Mighty Natural

Ho bisogno di cioccolato! La scienza delle voglie alimentari della PMS

Ho bisogno di cioccolato! La scienza delle voglie alimentari della PMS Cosa rende le patatine e il cioccolato così attraenti in determinati periodi del mese? Ken Tannenbaum / Shutterstock.com

Le voglie alimentari premestruali sono la battuta di battute infinite. Come gran parte delle battute buone, sono divertenti perché sono vere.

Alcune parti del ciclo mestruale di una donna sembrano andare di pari passo con il desiderio di gelato al cioccolato e patatine. Ne sento parlare tutti i giorni da i miei pazienti OBGYN.

I ricercatori hanno studiato il desiderio di cibo per anni; uno degli studi più citati risale a 1953. Gli scienziati - e molti altri - vogliono sapere chi ha voglie di cibo e perché, cosa bramano, quando lo bramano e come minimizzare le voglie. Ecco cosa ha trovato la ricerca.

Brama e mangia prima di un periodo

Voglie di cibo sono solo uno dei molti sintomi della sindrome premestruale, noto anche come PMS. La sindrome premestruale è probabilmente causata da fluttuazioni ormonali e da come influenzano i messaggeri chimici nel cervello chiamati neurotrasmettitori. I suoi sintomi sono esclusivi per la seconda metà del ciclo mestruale. Questo fase luteale del ciclo inizia con il rilascio dell'uovo all'ovulazione e termina quando inizia un periodo. I sintomi di solito si risolvono intorno al terzo o al quarto giorno delle mestruazioni.

Ho bisogno di cioccolato! La scienza delle voglie alimentari della PMS I sintomi della PMS arrivano nella seconda metà del ciclo mestruale, dopo l'ovulazione fino all'inizio del periodo. Designua / Shutterstock.com

I ricercatori hanno documentato più di 150 diversi Sintomi della sindrome premestruale negli studi, che vanno dal fisico all'emotivo, dal comportamentale al cognitivo. Le voglie di cibo sono lassù con i sintomi comportamentali più comunemente segnalati PMS, insieme a sbalzi d'umore, irritabilità, ansia e tensione e umore triste o depresso.

Però una donna non ha bisogno di una diagnosi ufficiale di sindrome premestruale per segnalare il desiderio di dolci e cioccolatini. L'85% delle donne ha una specie di sintomi premestruali percettibili, mentre solo da qualche parte nel range di 20% a 40% di tutte le donne soddisfano i criteri diagnostici per PMS. I ricercatori hanno scoperto che durante il periodo premestruale possono manifestarsi voglie in individui sani e normali senza una diagnosi di sindrome premestruale o altro disturbo. In effetti, uno studio ha dimostrato che 97% di tutte le donne aveva precedentemente sperimentato il desiderio di cibo - indipendente dal loro ciclo mestruale.

I dati della ricerca confermano che le donne tendono a mangiare di più durante la fase luteale del ciclo mestruale, rispetto alla fase follicolare che porta all'ovulazione. Con o senza la diagnosi di PMS, questo aumento di assunzione di cibo può essere fino a 500 in più di calorie al giorno.

Per quali alimenti vengono cercate le donne? Carboidrati e grassi e dolci. Nessuna sorpresa lì. Il desiderio di cibo più comunemente riportato è il cioccolato, probabilmente perché è un combinazione piacevolmente dolce di carboidrati e grassi.

E anche se l'esistenza di qualsiasi desiderio è simile tra le donne con e senza PMS, il desiderio stesso può differire a seconda se si ha la diagnosi di sindrome premestruale. In uno studio, le donne senza PMS hanno aumentato il loro apporto di energia e grasso, mentre le donne con PMS hanno mostrato aumento dell'energia totale e di tutti i macronutrienti.

Quali sono le cause desiderio di cibo?

I ricercatori non sono esattamente sicuri di dove queste voglie di cibo provengono, ma ci sono diverse teorie principali.

Ho bisogno di cioccolato! La scienza delle voglie alimentari della PMS Le voglie di cibo possono essere molto avvincenti. Jordane Mathieu / Unsplash, CC BY

Un'idea è che le donne usano inconsciamente il cibo come terapia farmacologica. Molti studi mostrano che le donne nella loro fase luteale brama più carboidrati rispetto a durante la loro fase follicolare. Mangiare carboidrati diventa livelli di serotonina, un neurotrasmettitore nel sistema nervoso centrale, che contribuisce a un senso generale di benessere e felicità. Aumentando l'assunzione di carboidrati, le donne possono auto-medicarsi con il cibo per causare quel bernoccolo serotoninergico al fine di sentirsi meglio. In uno studio, quando i ricercatori hanno aumentato la neurotrasmissione di serotonina nel cervello, attraverso la dieta o la droga, la gente l'assunzione di cibo e l'umore sono tornati alla normalità.

Un'altra possibile spiegazione per il desiderio di cibo suggerisce che le donne si rivolgono intenzionalmente al cibo per il comfort fisico e psicologico. Il cibo può svolgere un ruolo sensoriale, eliminando ogni spiacevole sensazione di fame mentre si assapora bene e si sente piacevole da mangiare. I ricercatori lo trovano "Pensando" a un cibo davvero gustoso è la provocazione più comune per il desiderio di consumarlo e che le voglie non sono solo la fame guidata. Anche le donne di solito riportavano specifiche si innesca per pensare al cibo confortante, come la noia o lo stress, promuovendo ulteriormente l'idea che il comfort del cibo aiuta a mitigare le sensazioni spiacevoli - come si potrebbe sperimentare con la sindrome premestruale.

Altri ricercatori suggeriscono che questi desideri alimentari sono regolati da ormoni. Gli scienziati hanno osservato che le donne tendono a mangiare di più quando i livelli di estrogeni sono bassi ei livelli di progesterone sono alti, come accade durante la fase luteale. Il il modello inverso è visto nei ratti durante la fase follicolare, quando i livelli di estrogeni sono alti e i livelli di progesterone sono bassi. Il fatto che le forme di contraccezione solo progesterone come Depo Provera sono associato ad aumento di peso, probabilmente a causa di un aumento dell'appetito, sostiene anche questa teoria.

Come puoi sbarazzarti delle voglie mensili?

Il mio consiglio generale alle donne: essere ben informato sul tuo stesso corpo e come cambia in risposta al tuo ciclo mensile. La tua esperienza è diversa da quella del tuo migliore amico. Essere in contatto con i tuoi sintomi può aiutarti a riconoscere che per te sono normali in questo momento, invece di preoccuparti se sono strani. Se non sei sicuro, chiedi al tuo ginecologo.

Ho bisogno di cioccolato! La scienza delle voglie alimentari della PMS Le scelte di stile di vita sano potrebbero aiutare. madison lavern / Unsplash, CC BY

I cambiamenti dello stile di vita possono aiutare bilanciare e minimizzare i sintomi indesiderati legati al ciclo mestruale. Le cose da provare includono esercizi regolari, tecniche di rilassamento e riduzione dello stress come esercizi di respirazione, yoga, meditazione, massaggi, autoipnosi e regolare, buon sonno.

Terapia comportamentale cognitiva e biofeedback possono essere opzioni. Di solito richiedono il supporto di un terapeuta o di un consulente per essere più efficaci.

E puoi ottimizzare la tua dieta per combattere le voglie:

  • Scegli carboidrati complessi, tra cui cereali integrali, riso integrale, orzo, fagioli e lenticchie. Scegli il grano intero su farina bianca.
  • Ridurre il grasso, il sale e lo zucchero - tutto ciò può farvi desiderare di più.
  • Ridurre al minimo o evitare caffeina e alcol.
  • Mangia più alimenti ricchi di calcio, comprese verdure a foglia verde e latticini. Uno studio ha mostrato donne che latte, formaggio e yogurt consumati ha avuto meno gonfiore addominale, crampi, appetito e voglie per alcuni alimenti, forse perché il calcio che contengono ha contribuito a invertire uno squilibrio di serotonina sentirsi bene. Le donne sensibili ai latticini possono assumere un supplemento di calcio di 1200 mg al giorno.
  • Prova integratori di magnesio. Questo minerale può aiutare a ridurre la ritenzione idrica e il gonfiore, la tenerezza del seno e i sintomi dell'umore.
  • Vitamina B6 (50 mg al giorno), oltre al magnesio, può avere anche qualche beneficio.
  • Vitamina E (150-300 IU al giorno) può essere utile per ridurre le voglie.

Quando il desiderio di cibo fa parte di una diagnosi PMS, il trattamento della sindrome premestruale in generale può aiutare a ridurli al minimo.The Conversation

Circa l'autore

Sara Twogood, ricercatrice di ostetricia e ginecologia, University of Southern California

Questo articolo è ripubblicato da The Conversation sotto una licenza Creative Commons. Leggi il articolo originale.

books_health

Inglese afrikaans Arabic Cinese (semplificato) Cinese (tradizionale) Dutch filippina Francese Tedesco hindi Indonesian Lezioni Giapponese Korean Malay persiano Portoghese Russian Spagnolo swahili Swedish Thai turco Urdu vietnamita