Mighty Natural

Lo zucchero può inumidire il tuo dolce dente per causare l'eccesso di cibo?

Una nuova ricerca con i moscerini della frutta suggerisce come una dieta ricca di zuccheri può promuovere l'eccesso di cibo e l'obesità.

Dopo che i ricercatori hanno nutrito i moscerini della frutta con una dieta ricca di zuccheri, i neuroni del gusto delle mosche hanno innescato una reazione a catena molecolare che ostacolava la loro capacità di assaggiare i dolci, che a loro volta alimentavano l'eccesso di cibo e l'obesità.

Inoltre, mangiare zucchero ha causato cambiamenti nel gusto, non le conseguenze metaboliche dell'obesità o il sapore dolce del cibo.

Alcune ricerche suggeriscono che uno dei motivi per cui le persone con obesità mangiano troppo è perché non amano il cibo, specialmente i dolci, almeno quanto le persone magre. Ma non è chiaro se l'obesità stessa o il consumo di determinati alimenti causi cambiamenti nel gusto o come questi cambiamenti influenzino l'appetito e l'obesità.

Per indizi, i ricercatori si sono rivolti a Drosophila melanogaster-moscerini della frutta.

I risultati della mosca sono significativi perché se le persone rispondono in modo simile allo zucchero, i ricercatori sono più vicini a capire quanto zucchero contribuisce alla sovralimentazione e all'obesità. E poiché questi sono cambiamenti molecolari, sostiene l'idea che l'eccesso di cibo sia almeno in parte al di fuori del nostro controllo.

Più zucchero, meno gusto

Anche se è impossibile misurare il "godimento" del cibo da parte dei moscerini della frutta, certamente hanno mangiato di più sulla dieta ad alto contenuto di zuccheri, dice l'investigatrice principale Monica Dus, assistente professore di biologia molecolare, cellulare e dello sviluppo presso l'Università del Michigan.

E sì, i moscerini della frutta diventano obesi, dice Christina May, prima autrice dello studio e dottoranda nel laboratorio di Dus. Mosche e umani condividono altre sorprendenti somiglianze: entrambi amano lo zucchero e il grasso e producono dopamina dopo averlo mangiato, e le loro cellule cerebrali usano molte delle stesse proteine ​​e molecole che gli esseri umani fanno, per le stesse cose.

I ricercatori hanno testato le loro scoperte in diversi modi. In primo luogo, nutrivano le mosche geneticamente obese ma non mangiavano mai una dieta dolce, e il loro gusto non cambiava. Tuttavia, quando hanno alimentato lo zucchero equivalente a un biscotto alle mosche incapaci di immagazzinare grasso, sono rimasti magri ma hanno comunque perso la capacità di assaggiare i dolci.

"Questo è davvero sorprendente perché ti dice la loro capacità di assaggiare i dolci cambiati a causa di ciò che stanno mangiando, non perché stanno diventando obesi", dice May.

Per scoprire se lo zucchero o il sapore dolce del cibo hanno causato cambiamenti di gusto, i ricercatori hanno nutrito le mosche con una dieta simile alla soda dietetica artificialmente addolcita. Solo i file che mangiavano lo zucchero vero perdevano la loro dolce capacità di degustazione.

"Sappiamo che è qualcosa di specifico nello zucchero nella dieta che sta facendo perdere loro il gusto", dice Dus.

Gusto e eccesso di cibo

I ricercatori hanno identificato la molecola O-GlcNAc transferasi, un sensore di zucchero situato nelle papille gustative delle mosche che tiene traccia di quanto zucchero è nelle cellule. L'OGT è stato precedentemente coinvolto in condizioni correlate all'obesità come il diabete e le malattie cardiache negli esseri umani.

Hanno anche manipolato le cellule del gusto delle mosche in modo che anche con una dieta ricca di zuccheri non avrebbero perso il gusto, e quelle mosche non mangiavano troppo nonostante un sacco di dolci.

"Ciò significa che i cambiamenti nel gusto, almeno nelle mosche, sono piuttosto importanti per guidare il consumo eccessivo e l'aumento di peso", dice Dus. "I cambiamenti di gusto hanno anche un ruolo nel sovraconsumo che vediamo quando gli umani e altri animali si trovano in ambienti alimentari ricchi di zucchero?"

Il coautore dello studio Anoumid Vaziri, uno studente di dottorato nel laboratorio di Dus, afferma che "non solo fanno luce sui meccanismi neurali dipendenti dalla dieta zuccherina di eccesso di cibo e obesità, ma forniscono una piattaforma per studiare i meccanismi molecolari sottostanti che guidano i cambiamenti nell'attività neurale “.

Zuccheri aggiunti

Quindi, cosa significa questo per le persone che sono in sovrappeso, a dieta o si sentono dipendenti dallo zucchero? È possibile che a lungo termine un farmaco o un altro intervento che corregge la dolcezza della dieta e preservi la sensazione di gusto dolce potrebbe un giorno aiutare a ridurre l'obesità e le malattie croniche associate. Ma sono lontani anni, dice May.

Ancora più importante, se gli umani rispondono allo stesso modo delle mosche, la ricerca suggerisce che cambiare la quantità di zucchero nella dieta può aiutare a regolare l'assunzione di cibo, dice Dus. Gran parte dello zucchero che mangiamo è nascosto nel cibo trasformato, ed è importante mantenerlo al minimo, aggiunge.

"Penso che se provi a tenere gli zuccheri aggiunti fuori dalla tua dieta, probabilmente starai perfettamente bene, non avrai problemi con il cambio di gusto e l'eccesso di cibo", dice May. "Tutti noi cerchiamo di evitare gli zuccheri aggiunti. È importante."

Dus dice che la ricerca futura esaminerà l'impatto dei dolci sui circuiti di ricompensa del cervello per imparare quali sono le cause di eccesso di cibo e come lo zucchero cambia il cervello a livello molecolare.

Lo studio appare in Rapporti Cellulari.

Fonte: University of Michigan

books_food

Inglese afrikaans Arabic Cinese (semplificato) Cinese (tradizionale) Dutch filippina Francese Tedesco hindi Indonesian Italiano Giapponese Korean Malay persiano Portoghese Russian Spagnolo swahili Swedish Thai turco Urdu vietnamita