La gustosa pianta di uva passa del deserto, simile ad un erbaccia

La gustosa pianta di uva passa del deserto, simile ad un erbaccia L'uva passa del deserto è un membro della famiglia di pomodori secchi australiani.

Le specie Solanum centrale, noto anche come kutjera in diverse lingue aborigene, o l'uvetta del deserto in inglese, spicca nella famiglia di pomodori selvatici in Australia in più di un modo.

Una tipica pianta di uva passa del deserto in natura sembra piuttosto poco impressionante dalla superficie, e sicuramente molto meno sorprendente delle foto che compaiono in una ricerca su Internet.

Infatti, se non sai cosa stai cercando, potresti non vederlo. Sono abbastanza magri con foglie pelose verdi-grigie e non crescono più in alto che sul fondo del tuo stinco.

Potresti scorgere solo un tiro a distanza di pochi metri tra altri arbusti. Ogni tiro ha solo una manciata di foglie, e in genere porta tre frutti 10 di dimensioni sultanina. Come l'uva sultanina, sono sfacciatamente marroni e avvizziti. E li vedrai solo se sono fuggiti dalla fauna del deserto affamata.

Ma la sua apparenza umile smentisce il suo significato per le persone e per l'ambiente.

Il frutto di questa pianta è stato un punto fermo nelle comunità del deserto per migliaia di anni. Assomiglia ad un passito ma ha il sapore di un pomodoro piccante o affumicato essiccato al sole e, poiché si asciuga sulla pianta, ha una lunga conservazione rispetto ad altri frutti.

Il suo significato culturale e la sua capacità di crescere in zone sabbiose e aride in cui non sopravvive quasi nessuna altra pianta domestica rende questa specie un obiettivo primario per un'impresa che vive in remote comunità aborigene, producendo un frutto unico con molti benefici per la salute ai consumatori.


La gustosa pianta di uva passa del deserto, simile ad un erbaccia The Conversation


Cosa rende unico l'uvetta del deserto?

Crescita simile ad un iceberg

Come un iceberg che è molto più grande sotto la superficie di quanto appare dall'alto, la pianta di uva passa del deserto è molto più grande sotto la superficie del terreno di quanto non appaia. Una singola pianta in natura può estendersi decine di metri attraverso collegamenti sotterranei resistenti. Il il più grande confermato la singola pianta era di circa un quarto di ettaro, ma chi sa quanto grandi possano crescere queste piante?

Si espande in molteplici direzioni dalla pianta del seme per piogge successive attraverso radici che crescono approssimativamente parallelamente alla superficie, producendo nuovi germogli mentre si espande.

Il germogliamento della radice consente a una pianta di coltivare una nuova ripresa a molti metri di distanza dalle riprese precedenti evitando allo stesso tempo un palcoscenico vulnerabile. Questa caratteristica è comune a molte famiglie di piante del deserto non correlate.

Ad esempio, un singolo Populus euphratica fu trovato l'albero nell'iperido deserto di Taklamakan in Cina produrre germogli clonali su un'area di 121ha.

Resilienza senza sosta

Si sa che l'uva passa del deserto cresce vigorosamente a seguito di un disturbo, naturale o provocato dall'uomo. È abbastanza comune, ad esempio, quando si guida attraverso l'interno arido dell'Australia per trovare mucchi di sabbia accanto a strade appena classificate coperte da cespugli di pomodoro dopo la pioggia.


Leggi di più: Il canniccio nero è un vantaggio per gli australiani (e una piaga ovunque)


Questo perché un selezionatore, uno strumento che leviga la superficie di una strada, taglia radici dormienti e le getta, mescolate con la sabbia, sul lato della strada. Le radici sono pronte a risorgere non appena si bagnano.

E non sono solo le radici a pezzi che sembrano stimolare la crescita - incendi mirati, raccolta di frutta da gruppi indigeni e al pascolo vicino marsupiali del deserto sono stati tutti noti per aumentare il vigore delle patch di pomodori selvatici nel lungo periodo.

I custodi tradizionali di questo paese sapevano come gestire questa specie per una produzione sostenibile, e le persone provenienti da nazioni aborigene che si estendono su una vasta gamma di specie di pomodoro arbusto commestibile hanno tramandato questa conoscenza per secoli.

Coltivazione

Le proprietà uniche della radice dell'uvetta del deserto ti ricordano un'erbaccia?

Beh si.

La gustosa pianta di uva passa del deserto, simile ad un erbaccia Quando coltivate, le piante di uva passa del deserto sono grandi e spesse, a volte alte quanto il ginocchio, con dozzine di fiori per pianta. Wikimedia, CC BY

Altri sprouters di root in Solanum le famiglie delle zone temperate sono erbacce vigorose nelle regioni di coltivazione Intorno al mondo.

Le colonie sono molto difficili da sradicare poiché la vitalità delle radici non è influenzata dalla coltivazione e dalla maggior parte degli erbicidi. Infatti, la coltivazione stimola germinazione da frammenti di radice.

In che modo questo influenza il modo in cui questa specie può essere utilizzata come coltura alimentare?

Attualmente ci sono diversi stand coltivati ​​nell'Australia regionale e remota, e il vantaggi di crescere le specie stanno diventando più chiare, in particolare per le comunità aborigene.

Con l'acqua e la nutrizione nei loro habitat naturali, i pomodori cespugli possono diventare incredibilmente produttivi. Quando coltivate, le piante sono grandi e spesse, a volte alte come il ginocchio, con dozzine di fiori per pianta. Ma nel corso delle stagioni rispondono meno all'acqua e ai fertilizzanti.

È a questo punto che forse un disturbo può essere usato per stimolare la produzione dalle radici laterali sotterranee - anche se se spuntano nello spazio tra i letti, può creare scompiglio per altre operazioni!

Non c'è da meravigliarsi se una pianta, che normalmente nasconde le sue enormi dimensioni in modo che possa persistere in condizioni difficili, diventa una pianta vistosa e vigorosa quando viene somministrato lo stesso tipo di trattamento delle piante orticole.

Un'ultima nota. Gran parte delle conoscenze su come il pomodoro cespuglio e le altre piante alimentari originarie di questo paese sono custodite dai custodi tradizionali della specie, gli aborigeni.

Tutti dobbiamo imparare dagli aborigeni e dagli abitanti dell'Isola dello Stretto di Torres, ascoltare e lavorare insieme in modo che i meravigliosi frutti di questa terra ritornino al loro posto nelle diete e nei paesaggi umani, incluso il possente uvaggio nel deserto.

A proposito di lui Autore

Dr Angela Pattison, ricercatrice presso Plant Breeding Institute, University of Sydney, Università di Sydney

Questo articolo è ripubblicato da The Conversation sotto una licenza Creative Commons. Leggi il articolo originale.

books_food

segui InnerSelf su

facebook-icontwitter-iconrss-icon

Ricevi l'ultimo tramite e-mail

{Emailcloak = off}